Moringa – Detox per eccellenza

La Moringa Oleifera è una pianta originaria delle montagne himalayane dell’India, conosciuta in tutto il mondo per le sue grandi proprietà. Le sue origini sono avvolte dal mistero e questo non fa che accrescere il suo fascino straordinario.

Dalla Moringa si possono consumare tutte le parti: semi, radici, fiori.

Secondo l’antica medicina ayurvedica è una pianta in grado di prevenire e contrastare molti effetti avversi. Le foglie della Moringa facevano già parte dell’alimentazione degli antichi romani, dei greci e degli egizi ed era conosciuta come pianta del rafano.

I suoi benefici e le sue proprietà sono state tramandate per secoli. La polvere di Moringa è nota soprattutto per la sua capacità di purificare l’organismo e l’acqua.

“Chi vive in armonia con se stesso vive in armonia con l’universo”
– Marco Aurelio

La raccolta dei frutti

La Moringa è il cibo più nutriente disponibile in Paesi come l’India.

La polvere di Moringa si ricava dalle foglie e dai semi di questo albero che vengono essiccati e finemente macinati. Il risultato è una polvere quasi impalpabile che ricorda molto il tè matcha. La Moringa contiene il doppio delle proteine presenti in uno yogurt, quattro volte la vitamina A contenuta nelle carote, tre volte il potassio presente nelle banane e il quadruplo del calcio fornito dal latte. Inoltre contiene vitamina C in un quantitativo otto volte maggiore rispetto alla presenza di questa vitamina nelle arance.

La polvere di Moringa è ricca di vitamina E che protegge la nostra pelle e i nostri organi dall’invecchiamento e dall’azione dei radicali liberi. La vitamina A presente nella Moringa aiuta a prevenire le infezioni e a mantenere in salute gli occhi e la vista.

La Moringa oleifera è alta dai 4 ai 7 metri, ma con suolo profondo e fertile può raggiungere anche i 10 metri di altezza. Ha tronco eretto o ramificato dalla base, molle e a consistenza spugnosa; il legno è debole, i rami, sottili e intrecciati, sono penduli.

Le foglie sono pluricomposte e robuste, verde chiaro al dorso, verde pallido al verso. I fiori sono piccoli e numerosi, di colore bianco crema, ottimi produttori di nettare per le api. In ambiente tropicale la pianta può fiorire due o tre volte all’anno.

I frutti sono grandi baccelli a sezione triangolare, affusolati e appuntiti (30–45 cm di lunghezza), verdi e morbidi se immaturi; a maturità assumono una colorazione ocra e poi marrone e una consistenza legnosa.

I semi bruni contenuti sembrano fagioli, ma sono tondeggianti e sono dotati di una membrana cartacea; sono da 16 a 22 per baccello, mentre ogni albero produce da 20 fino a 80 baccelli. Sopporta bene la siccità.

La Moringa è un autentico scrigno di salute e bellezza perché contiene 9 amminoacidi essenziali, 27 vitamine, 46 antiossidanti diversi e molti sali minerali.

Utilizzata da secoli, la Moringa oleifera, conosciuta anche come albero del rafano, ha origini indiane ed è largamente diffusa nelle zone tropicali ed equatoriali.

Ha proprietà detossinanti, nutrienti e antiossidanti. Può essere usata come topico per combattere l’acne mentre l’olio potenzia l’effetto nutriente e tonificante delle creme.

(Visited 90 times, 1 visits today)